Articoli

Adobe CS4: la mia esperienza

Qualche settimana fa, curioso ed entusiasta all’idea, ho eseguito il mio primo upgrade da quando sono entrato ufficialmente a far parte dei possessori di software originale con l’acquisto della suite Adobe CS3 Design Premium quando uscì, nella primavera del 2007.
Per l’upgrade alla CS4 Design Premium, ho seguito la procedura totalmente on-line, scaricando il software piuttosto che ordinarne la scatola con spedizione internazionale: in un paio d’ore avevo sul desktop i dmg pronti per l’installazione.


Un appunto: possiedo la versione inglese della suite… mi trovo benissimo, costa meno perché non si paga la traduzione, ed è disponibile prima di quella italiana, che mi sembra tuttora non sia ancora uscita.

Una prima sorpresa positiva: la presenza di Fireworks. Nella precedente CS3 Design Premium non c’era (la si trovava nella versione Web Premium), ora è stata inclusa nella Cs4 Design Premium. Certo è che, abituato ormai a progettare i layouts web con Illustrator, difficilmente convertirò il mio metodo di lavoro solo per sfruttare Fireworks. Però mi sembra ottimo averlo a disposizione.

Altra novità.. finalmente anche Illustrator è diventato multipagina, o più precisamente multi-artboards. Una funzionalità che ricorda l’ormai datato Freehand, e che, nonostante le richieste degli utilizzatori, non era ancora stata implementata.. e questa è stata considerata un grossa mancanza che ora finalmente viene colmata.
Personalmente apprezzo tantissimo questa implementazione, perché si adatta perfettamente al mio workflow. Penso ai casi in cui devo progettare layouts fronte/retro, o più di una bozza dello stesso lavoro, o alla copertina di un libro.. Ecco, in queste situazioni (ma potrei portare altri esempi) trovo molto comodo avere tutto su un unico file e, a lavoro ultimato, poterlo esportare velocemente in un unico documento pdf composto da più pagine.

Un passo avanti anche nell’interfaccia delle apps: grafica migliorata, maggiore possibilità di personalizzazione, e come novità la possibilità di attivare l’Application Frame, una nuova modalità di visualizzazione che racchiude tutti i files aperti e le palette in un’unica finestra (un unico frame.. appunto).

L’Application Frame non è implementato in Dreamweaver, che, a parte questa mancanza, stavolta mi sembra più allineato, a livello di interfaccia, alle altre apps.

Riguardo alle prestazioni, non posso dire se siano più veloci o più lente rispetto alla CS3, perché contemporaneamente all’upgrade del software ho anche cambiato macchina passando da un MacBook Pro del 2006 ad un nuovo MacBook.. e naturalmente ho riscontrato più velocità e fluidità nelle operazioni.

Queste sono le cose che finora ho notato, dopo 3 settimane di lavoro sulla nuova CS4. Ma le novità sono moltissime e, immagino, ci girerò sopra parecchio prima di scoprirne tante altre.. difficilmente le scoverò tutte, e considerata la vastità di quanto è racchiuso dentro la suite, sicuramente alcune neanche le troverò.. di alcune non saprò proprio che farmene.
D’altronde se ho deciso di fare l’upgrade è stato per migliorare e magari velocizzare il mio lavoro: se mi metto a studiare ogni singola novità del nuovo software non ne uscirei più.. preferisco scoprire lavorando.

I commenti sono chiusi.